Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Fantasy’ Category

Eccoci! Ben trovati con la prima recensione di oggi! Ho deciso, per completezza di fare la recensione del primo volume della saga delle Guerre del Mondo Emerso, anche per una questione di ordine! Ecco a voi, “La setta degli Assassini”.

La setta degli assassini

La setta degli assassini di Licia Troisi, Oscar Mondadori, 515 pagine, € 10,00

Dubhe non è mai stata una ragazza come le altre, già dall’infanzia la sua vita è segnata da una brutta tragedia che l’ha costretta ad allontanarsi per sempre dal suo paese natale, così ora si guadagna da vivere facendo la ladra. E’ stata allevata per alcuni anni dal Maestro, che ha deciso di prenderla con sè dopo averla trovata nel bosco al limite delle forze quando fu cacciata ancora bambina. Il Maestro ha avuto un ruolo fondamentale nella vita della giovane e ora che deve caversela da sola, tutto è più difficile. Durante un furto qualcosa va storto e Dubhe viene colpita da una maledizione, l’unica cosa che può calmare la Bestia che si cela dentro di lei è una pozione che può trovare solo dal luogo da cui lei sta scappando: la Setta degli Assassini. Dubhe non ha scelta e volontariamente si reca presso la Casa. Qui Dubhe ha un solo obiettivo: scoprire gli ingredienti della pozione e scappare. Tra i Postulanti, coloro che si sacrificano al dio venerato dagli Assassini in cambio di una preghiera esaudita, Dubhe trova un aspettato alleato: Lonerin. E’ un infiltrato e ha bisogno di aiuto per poter scoprire i piani della Setta. Così si crea un’aspettata alleanza tra i due giovani che cercano di sopravvivere e scappare da quel luogo.

“La setta degli Assassini” ha come ambiente di fondo i luoghi già conosciuti con la prima trilogia. La vicenda si svolge dopo quarant’anni rispetto alla fine del “Talismano del potere” (ultimo capitolo della prima saga). A chi ha letto la prima trilogia gli ambienti sono familiari e i rifermenti molto chiari. Anche qui la protagonista è una ragazza, come nella prima saga, e secondo me si possono trovare tante differenze, ma anche similitudini, tra le due. Ho trovato la narrazione incalzante, mai noiosa e mi è piaciuto l’alternanza tra i capitoli che narrano del presente e quelli del passato di Dubhe. Un metodo che secondo me calza a pennello per il tipo di storia trattata.

Devo dire che io mi sono appassionata ai libri della Troisi, quindi li recensisco positivamente! In ogni caso, essendo queste le mie prime recensioni penso che non siano davvero il massimo, spero comunque di migliorare continuando a scriverle!

Alla prossima!

Annunci

Read Full Post »

In questo preciso momento dovrei in realtà fare altro, ma non mi sento in vena. E’ uno di quei momenti in cui mi viene un po’ di  malinconia e di tristezza e soprattutto di solitudine. Così ho deciso di lasciare perdere quello che stavo facendo e sono venuta sul blog per liberare un po’ la mente e mettermi a scrivere.

Ieri sera ho finito di leggere “Le due guerriere”, il secondo libro della saga fantasy “Le guerre del mondo emerso” di Licia Troisi. Sono un’appassionata di fantasy da quando mi sono innamorata del Signore degli Anelli. Ho deciso così di scrivere la recensione di questo romanzo.

Le due guerriere

Le due guerriere di Licia Troisi, Oscar Mondadori, pagine 452, € 9,00

Dubhe e Lonerin, già protagonisti del primo episodio, sono riusciti a fuggire dalla Gilda e si dirigono al Consiglio delle Acque. Qui i due giovani espongono  al Consiglio quello che hanno scoperto durante il loro soggiorno nella Casa della Setta degli Assassini. Lonerin era un inflitrato e all’interno ha trovato un valido aiuto in Dubhe, una ragazza segnata da eventi terribili che l’hanno condotta presso la setta deglia assasini. La giovane è stata colpita da una maledizione e Lonerin può aiutarla. Yeshol, capo della Setta, vuole riportare in vita Aster, il Tiranno che aveva portato sull’orlo della distruzione il Mondo Emerso quarant’anni prima, sconfitto da Nihal e Sennar. Per fare questo ha bisogno di un Mezzelfo e l’unico che è rimasto è il figlio di Nihal e Sennar, che vive nel Mondo Emerso. Il Consiglio decide di inviare Ido, il Maestro di Nihal, alla ricerca del figlio di Sennar, mentre Dubhe e Lonerin andranno oltre il Saar a cercare Sennar per chiedergli aiuto e consiglio per la situazione che si sta creando nel Mondo Emerso con le minacce di Yashol e Dohor che vuole prendere il potere e per cercare una cura per la maledizione di Dubhe. Rekla, la Guardia che doveva tenere sotto controlo Dubhe, deve cercare di seguirla e annientarla.

Inostri eroi partono per delle avventure piene di pericoli e di colpi di scena. La narrazione è incalzante, non perde mai il ritmo ne è noiosa. Sarà che mi sono appassionata al Mondo Emerso e ai personaggi creati da Licia, ma ne vale davvero la pena. Certo, è praticamente obbligatorio leggere la prima “puntata” di questa trilogia prima di avventurarsi nella lettura de “Le due guerriere” ma non è indispensabile aver letto al prima trilogia “Cronache del Mondo Emerso”, infatti le vicende si svolgono a quarant’anni di distanza e benchè ci siano dei riferimenti, tutto viene spiegato nei minimi dettagli. Non mi resta che consigliare vivamente questo libro agli amanti del fantasy, dei libri di Licia, dell’avventura.

Finito il secondo libro ho deciso di fare una pausa dalle avventure di Dubhe, così invece di iniziare “Un nuovo regno”, terzo e ultimo capitolo, ho optato per “I guardiani della notte” di Sergj Vasilievič Luk’janenko.

Ps E scrivendo, il momento è passato.

Read Full Post »